domenica 15 aprile 2012

Come una rosa

Titolo: "Come una rosa" (particolare)

Volevo scrivere questo post, nel giorno di Pasqua, ma tra una cosa e l'altra non ho fatto in tempo... lo scrivo adesso tranquillamente perchè  i pensieri sulla resurrezione di Gesù, sul Suo amore, sulla Sua dolcezza e saggezza, mi accompagnano ogni giorno della mia vita, non solo nel giorno di Pasqua.

Sin da piccola quando guardavo alla tv, film come Gesù di Nazareth, Jesus, o di recente The Passion, ho sempre pianto tantissimo. Gesù così puro, senza macchia si è sacrificato al posto mio; sulla terra  ha subito il disprezzo, gli sputi, gli schiaffi, le frustate, per riconciliarmi al Padre.
A volte quando leggo della Sua vita nei vangeli, mi stupisce con quanta calma e dolcezza accettasse di compiere ogni cosa in ubbidienza al Padre e per amor nostro.
Ad es. non essere creduta è una cosa che sin da piccola mi faceva impazzire di rabbia, sapere di dire la verità mentre gli altri dubitano o ti dicono bugiarda è una cosa tristissima, bruttissima da mandare giù, e quante volte Lui non è stato creduto come il Messia, come Salvatore, come l'Unigenito Figlio di Dio?!
Quanto amore ha avuto per noi, per sopportare tutto questo!
Come poteva il Figlio dell'Altissimo subire gli sputi, gli schiaffi, la crocifissione?
Solo per Amor nostro.
In questi giorni riflettendo sulla Sua venuta, sulla Sua morte, ciò che mi ha colpito è stato molto di più di ciò che leggevo o vedevo su Gesù riguardo alle torture e al tradimento da Lui subiti... è stato  pensare al Suo distacco dal Padre nel momento in cui sulla croce ha gridato: Eli, Eli, lama sabactani? che tradotto vuol dire: "Dio mio, Dio mio, perchè mi hai abbandonato?
In quel momento Dio Padre Puro e Santo, lo abbandona perchè non può vedere tutti i peccati del mondo, passati, presenti e futuri, che il proprio Figlio ha preso su di se.
Loro, sempre Uniti in Eterno da un'amore incommensurabile, loro... della stessa Essenza, in quell'attimo divisi a causa nostra! 
E poi ancora, quale grande amore ha avuto per chiedere al Padre di perdonare coloro che gli avevano trafitto mani e piedi, che avevano messo sul suo capo una corona di spine, che gli avevano ferito il costato,  che continuavano a insultarlo mentre era sulla croce!

Isaia 53:7-8

7 Maltrattato, si lasciò umiliare
e non aprì la bocca.
Come l'agnello condotto al mattatoio,
come la pecora muta davanti a chi la tosa,
egli non aprì la bocca.
8 Dopo l'arresto e la condanna fu tolto di mezzo;
e tra quelli della sua generazione chi rifletté
che egli era strappato dalla terra dei viventi
e colpito a causa dei peccati del mio popolo?

Egli è stato come una rosa che è stata gettata via, e' venuto per il cuore arido degli uomini affinchè potessero avere vita, speranza... Egli aspetta ancora che molti aprano il proprio cuore a Lui.
Il dipinto che ho scelto di mettere in questo post, riguarda proprio quest'ultima riflessione.
L' ispirazione mi è venuta una domenica di circa quattro anni fa, quando nella mia Chiesa si cantò questo brano:
video

 Immaginavo Gesù come una rosa gettata dall'uomo che pur essendo a conoscenza del Suo amore, non vuole accettarlo, nè seguirlo e volge i suoi passi lontani da Lui,dalla Sua verità, dalla Sua luce...
preferendo i momentanei piaceri effimeri che può dargli il mondo...
 Gesù è quel fiore, dove le gocce di rugiada diventano il suo sangue prezioso  che qualsiasi cuore tocchi, anche il più arido, lo rinnova dandogli la  vita,  rendendolo come un deserto che fiorisce.

Non posso non piangere alle parole di questo canto:

"Sei di più di tutto quel che ho,
vissuto per morire così solo,
 fiore che è gettato via...
l'hai scelto tu, pensando a me,
solo Tu..."


Ti amo Gesù.

11 commenti:

  1. Concita, è stupefacente..io mi rivedo molto in te..in ciò che scrivi, ciò che provi..non lo so spiegare a parole..anche io provo tristezza nel pensare che Gesù per noi è morto..che non era giusto, ma l'ha fatto..a volte penso che io non merito il Suo Amore..non ne sono degna..potrei essere migliore di come sono e meritarmelo....
    ultimamente sento spesso il bisogno di aprire la Bibbia, e leggere..

    comunque davvero, anche se tra noi c'è uno schermo di un pc, io sento una sintonia!è strano!mi capisci?!?

    ps:anche io quando guardo i film che riguardano la vita di Gesù non posso far a meno di piangere..le lacrime mi sgorgano da sole dagli occhi!
    un abbraccio..

    RispondiElimina
  2. Cara e dolce Marianna,
    si è molto triste tutto quello che Gesù ha dovuto subire, ma l'ha fatto per noi, per il Suo grande Amore... E' vero, siamo indegni, non meritiamo il Suo amore, ma l'unico modo per accostarci a Lui è quello di farlo entrare nella nostra vita in modo che possa riempire il nostro cuore. Non possiamo arrivare con le buone opere a Lui, Lui ci chiede solo fede e amore, le opere sono solo una conseguenza non un mezzo.
    Essere persone migliori... quanti sforzi e poi alla minima arrabbiatura ci accorgiamo di quanto siamo piccoli, sono sempre più consapevole che non posso migliorarmi veramente senza di Lui nella mia vita, dobbiamo permetterGli di operare e cambiarci... per questo ci chiede sottomissione.
    Qualsiasi cosa potremo fare, anche la più eclatante, non potrà ripagare il Suo gesto meraviglioso, la nostra risposta è quindi riceverLo nella nostra vita, è per questo che Lui è venuto sulla terra ed ha sofferto... ma dolce Marianna non ricordiamoci solo della Sua sofferenza, anzi più che mai di una cosa dobbiamo gioire: Lui ha vinto la morte e ci vuole offrire quindi vittoria e speranza di essere un giorno con Lui ^^ La nostra vita non si ferma qui...
    Apri il tuo cuore e chiediGli di entrare... Egli ti promette che dimorerà in te e tu in Lui.
    Ho dedicato un post, riguardo a questo... si intitola "Rinascere" parla della mia esperienza :)
    Se vuoi approfondire scrivimi pure in privato :)
    ti voglio bene.
    un abbraccio forte forte

    RispondiElimina
  3. Eheh..anche io ti voglio bene!sicuramente ti scriverò!mi piace parlare con te!un abbraccione!

    RispondiElimina
  4. Cara Concita, questa volta ho deciso di soffermarmi qui, e lasciarti un pensiero scritto: anche io, come te, ho guardato quei film sulla vita di Gesù, e li riguardo spesso (tranne The passion perché le immagini troppo cruente ed esplicite che riprendono la passione di Cristo non le sopporto emotivamente. Se penso che ciò è accaduto realmente, che quell’uomo abbia subito un tale ingiusto martirio, sto male, non posso accettarlo… )

    Mi sono identificato molto nelle tue parole, e su ciò che pensi sulla resurrezione. Ho ascoltato pure il brano: bellissimo, la musica emozionante, le immagini profonde, ed il tuo meraviglioso dipinto esprime alla perfezione il tuo stato d’animo di quella domenica in chiesa :-)

    ...la mia fede è piccolissima rispetto all’ immenso amore che tu hai verso Gesù. Spesso non sono nemmeno degno di nominarlo, ma ti posso assicurare che nonostante non lo rispetta come un buon cristiano deve, lo amo tanto anche io, e del suo amore proprio non ne posso fare a meno :-)

    Sapere che c’è, e mi ascolta, e mi sostiene nei momenti più bui, mi dà una forza indescrivibile, mi fa sentire bene :-) Gesù è vita, luce, amore, non mi stancherò mai di Lui, ed è in Lui che porgerò sempre me stesso e la mia anima :-)

    Ciao cara Concita :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissimo Nello,
      non puoi sapere quanto mi sono emozionata nel leggere il tuo commento. E' bello sapere che pensi e ami Gesù, che hai un rispetto profondo di Lui.
      Anche a me tocca tantissimo quel canto, ed ogni volta che lo riascolto non posso trattenere le lacrime, ma anche queste fanno parte dell'adorazione per Lui, perchè vengono dal cuore che sente incessantemente il Suo amore.
      Grazie per tutto
      Un forte abbraccio

      Elimina
  5. Ciao Concita...Ho visto in ritardo..Quello che il tuo quadro esprime è meraviglioso. La rosa più di tutto mi porta a rituffarmi nei pensieri verso l'amore di Gesù. E' per la scelta di affrontare tutta quella orribile sofferenza che oggi ci raggiunge quest'amore infinito, che nella disperazione, o nello sbaglio, se spostiamo gli occhi a Lui, è in grado di ripescarci, di ridarci la gioia, la speranza e la strada persa. La potenza di questo amore senza misura e limiti è in grado di vincere qualsiasi ostacolo terribile ci si presenti davanti, non c'è oscurità che di fronte a questa luce non possa dissolversi..che come polvere al vento, non venga dispersa. Chi scopre questo, non è più in grado di dimenticare.
    Grazie, Concita, ancora una volta! Abbraccio grande! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te cara Laura,
      per avere espresso con le tue parole, quanta magnificenza, misericordia, amore, pace e luce si può avere in Gesù.
      Riguardando la rosa in quel dipinto e il deserto sotto di lei che fiorisce e leggendo le tue parole, ho ripensato a quello che un giorno Gesù ha detto: «Io sono venuto affinché abbiano vita e l’abbiano in abbondanza»(Giovanni 10:10).E' vero, la vera vita, quella abbondante di luce e amore, non può venire da un uomo qualunque o da una religione, la Vera Vita viene solo da Dio.
      Grazie tanto anche per la tua testimonianza.
      Un abbraccio forte, forte anche a te :)

      Elimina
  6. ..Ti voglio bene! Bacio! :D

    RispondiElimina
  7. Sarà che la musica mi emoziona spesso e ascoltare questo pezzo è stato davvero emozionante e come mi capita spesso leggendo questi tuoi post senza volere gli occhi mi si velano :-) Sei meravigliosa, grazie!

    RispondiElimina
  8. Ciao dolce Chicca,
    per l'emozione che ti suscita il brano ascoltato, le parole lette in questo post, non devi ringraziare me ma il dolcissimo Gesù che sta parlando al tuo cuore... Lui è meraviglioso... ha parole d'amore, quelle di cui siamo in continua ricerca :)
    ti voglio bene
    un abbraccio fortissimo ^^

    RispondiElimina